Press Area


Comunicato stampa – settembre 2020

BILANCIO FINALE PER LA 24A EDIZIONE DEL FESTIVAL “ELBA, ISOLA MUSICALE D’EUROPA”

Sette concerti, quattordici musicisti, quattro comuni coinvolti, più di mille spettatori totali dal vivo e oltre 5mila di media per ogni concerto trasmesso in diretta streaming. Sono le cifre del Festival “Elba, isola musicale d’Europa”, che ha appena concluso con successo la sua 24a edizione.

Una grande novità ha riguardato l’aspetto organizzativo e logistico: anche se quest’anno in ragione dell’emergenza sanitaria tutti i concerti hanno avuto luogo all’aperto, e sei su sette in orario pomeridiano alle 18.30, questa scelta è stata ripagata dall’apprezzamento del numeroso pubblico, che ha partecipato agli appuntamenti musicali osservando con diligenza tutte le regole anti-Covid legate al distanziamento e all’uso delle mascherine. Tenuto conto delle condizioni generali, delle molte prescrizioni igienico-sanitarie, e del rischio legato alla decisione di tenere tutti i concerti all’esterno, alla vigilia c’era un po’ di apprensione da parte dello staff del festival, che si è sciolta giorno dopo giorno di fronte alla constatazione della crescente soddisfazione del pubblico.

Quest’edizione inoltre si è caratterizzata per la decisione convinta di allestire un live streaming gratuito e di alta qualità per la maggior parte dei concerti: una scelta che ha permesso di raggiungere un pubblico molto più ampio e sparso in tutto il mondo, e per arrivare comunque a quegli spettatori abituali del festival che quest’anno non sono potuti venire all’Elba a causa della situazione sanitaria. Lo streaming è stato trasmesso sulla pagina Facebook del festival, con condivisione anche su altre pagine Facebook, compresa quella di Acqua dell’Elba. Quest’iniziativa, realizzata per la prima volta nella storia della manifestazione, ha avuto dei feedback entusiastici arrivati non solo dai paesi europei, ma anche da Giappone, Stati Uniti, Australia e Russia, con una media di ben 5mila visualizzazioni per concerto.

Particolare gratitudine è dovuta a tutti i musicisti, che pur di garantire la propria presenza anche in una situazione resa inaffidabile dalle difficoltà delle compagnie aeree, hanno scelto di arrivare nell’isola con lunghi viaggi in automobile, arrivando anche da Berlino, Madrid e Parigi.

Un ringraziamento sentito da parte degli organizzatori va anche a tutte le istituzioni che hanno supportato il Festival: Regione Toscana, Comune di Portoferraio, e con l’adesione i Comuni di Marciana, Marciana Marina e Rio nell’Elba.

Grande è stata anche l’attenzione dei media nazionali e locali, che hanno “coperto” il programma del festival con costanza e sensibilità.

Ora ci sono tutte le premesse per guardare con fiducia all’importante edizione del prossimo anno, quando il Festival festeggerà un compleanno importante, il traguardo tondo del quarto di secolo, in coincidenza con un’importante ricorrenza legata alla vita di Napoleone.


Comunicato stampa – agosto 2020

AL VIA LA 24a EDIZIONE DEL FESTIVAL “ELBA, ISOLA MUSICALE D’EUROPA”

DAL 2 ALL’8 SETTEMBRE, SETTE SERATE DI MUSICA IN TRE COMUNI DELL’ISOLA

Nei prossimi giorni è al via la 24a edizione del Festival “Elba, isola musicale d’Europa”, che inizierà mercoledì 2 settembre per concludersi martedì 8 settembre. Con il supporto prezioso del Comune di Portoferraio, da sempre a fianco del Festival, dalla Regione Toscana e con la collaborazione di altri Comuni dell’Isola, la manifestazione sarà articolata in sette concerti, di cui quattro si terranno a Portoferraio, uno a Rio nell’Elba, uno a Marciana Marina e uno a Marciana Alta.

Grande è stato lo sforzo dell’organizzazione del festival, da un lato per garantire sui luoghi di concerto il distanziamento e la sicurezza sia agli artisti che al pubblico, nel massimo rispetto delle norme anticovid; dall’altro per riuscire a portare nell’isola i musicisti, molti dei quali vengono dall’estero viaggiando in automobile anziché in aereo. Tutto è stato fatto per allestire ambienti sicuri che permettano di ascoltare in tranquillità e in serenità gli affascinanti percorsi musicali che caratterizzano il cartellone, come ad esempio quello del concerto di apertura – mercoledì 2 settembre alla Villa Romana della Linguella di Portoferraio – che vedrà protagonisti i violinisti Pablo Hernàn Benedí e Boris Garlitsky, il violista Sào Soulez Larivière, il violoncellista Raphael Bell e la pianista Elena Garlitsky. Il programma presenta il Quartetto per archi n. 10 op. 74 di Ludwig van Beethoven detto “Le Arpe”, per l’uso inedito del pizzicato che domina interi episodi dell’Allegro; il celebre Poème per violino e pianoforte op. 25 di Ernest Chausson, composizione dal carattere introspettivo e nostalgico, una delle pagine più significative del repertorio violinistico di fine Ottocento; e il maginifico Sestetto per archi op.18 di Johannes Brahms adattato, nella trascrizione di Theodor Kirchner, per Trio col pianoforte, un adattamento che lo stesso Brahms giudicò “superbo”.

Dall’inizio del primo concerto alla fine dell’ultimo corre un filo rosso che passa attraverso la musica di Beethoven, a cui è dedicata l’edizione 2020 del Festival nei 250 anni dell’anniversario della sua nascita: a Rio nell’Elba il 3 settembre verrà eseguito il Trio op. 9 n. 3, mentre il penultimo concerto del festival, il 7 settembre, sarà completamente dedicato al compositore tedesco, con due Sonate – per violino e pianoforte e per violoncello e pianoforte – e il Trio “Arciduca”.

Nelle altre serate del festival saranno poi protagonisti celebri artisti del panorama nazionale e internazionale, come il pianista Andrea Lucchesini, il violoncellista Mario Brunello, il violinista Giuliano Carmignola – ospite per la prima volta dell’isola d’Elba -, il duo formato dal saxofonista Jacopo Taddei e dal chitarrista Roberto Porroni, e per il jazz la cantante Patrizia Conte insieme al suo quartetto.


Sign up for our newsletter and get a preview of special, exclusive and anticipation contents, just for you!

Sign up here:  ➡️