21 Festival Internazionale - 30 agosto - 7 settembre 2017

La particolarità della 21ª edizione consiste nel fatto che siamo diventati maggiorenni anche nell’ambito delle leggi puritane degli Stati Uniti. Sì, cari amici, il nostro Festival ha compiuto ventuno anni e può brindare con un calice di champagne per inaugurare la sua apertura non solo all’isola d’Elba, ma anche a Los Angeles!
Perché proprio a Los Angeles nasce la fruttuosa collaborazione della cantante livornese pop e jazz Karima e il leggendario pianista e compositore pop americano Burt Bacharach. Close to you è il titolo dell’album dei brani di questo compositore che Karima ha registrato recentemente e che canterà, accompagnata dai fedeli complici Piero Frassi al pianoforte e Mirco Rubegni alla tromba, in apertura della manifestazione elbana nel cuore della Portoferraio storica mercoledì 30 agosto.
Il giorno dopo, il 31, sarà il Teatro dei Vigilanti - Renato Cioni, nostra sede storica, a ricevere la staffetta accogliendo Yuri e Ksenia Bashmet, accompagnate dall’Orchestra I Solisti di Mosca. Nomi familiari che riportano inesorabilmente alla memoria i primi passi del Festival. Nella stessa serata ascolteremo due brillanti artisti: la violinista inglese Pryia Mitchell e la violista rumena Silvia Simionescu che debuttano all’Elba. Con loro sul palcoscenico Alasdair Beatson, pianista scozzese fuori dal comune, che l’anno scorso ha incantato con il suo tocco magico.
Il 1 settembre, l’orchestra “I Solisti di Mosca” guidata da Yuri Bashmet si troverà di fronte a Portoferraio, alla Villa Romana delle Grotte dove il silenzio del luogo, riempito dalle immagini della città al tramonto si fonderà con le note in un connubio appassionante. Lo stesso gruppo dei musicisti, assieme a Ksenia Bashmet salirà sul palco nella splendida cornice dell’Hotel Hermitage per l’immancabile concerto-cena, domenica 3 settembre.
Il 2 settembre, sarà la volta dell’Elba Festival Prize, un atteso appuntamento, portato avanti con il sostegno dell’Associazione Amici del Festival, dove la straordinaria pianista quattordicenne Ekaterina Bonyushkina si unirà al club dei quattordici vincitori precedenti. Nell’ambito di questa stessa serata e nel concerto del 7 settembre, si esibiranno alcuni interpreti già conosciuti in edizioni precedenti, che tornano con entusiasmo nell’avvincente atmosfera del Festival. Fra i nomi di quest’anno ricordiamo la violinista moldava Alexandra Conunova e quella franco-giapponese Aki Saulière, la violista francese Béatrice Muthelet, gli americani Raphael Bell, violoncello e Joseph Carver, contrabbasso, e l’eccezionale pianista italiano Enrico Pace.
Un grande amico della manifestazione elbana Mario Brunello, quest’anno ci regalerà due giorni di seguito per incantare il nostro pubblico: il 4 settembre in compagnia del suo partner di sempre, pianista Andrea Lucchesini e con il carismatico Gabriele Mirabassi, clarinettista e compositore, a perfetto agio tra la musica classica e il jazz. Il giorno dopo, sull’isola di Pianosa, Mario Brunello si esibirà in duo con il brillante Gabriele Geminiani, anche lui violoncellista, ospite per la prima volta del nostro Festival.
Un momento particolarmente accattivante nell’ambito della manifestazione di quest’anno, avrà luogo il 6 settembre. Si tratta di una passeggiata guidata all’interno delle Fortezze Medicee con un concerto al Forte Falcone. Gli artisti che saliranno sul palco allestito nel Bastione della Carciofaia sono il sassofonista elbano Jacopo Taddei, vincitore dell’Elba Festival Prize dello scorso anno e il suo partner, il fisarmonicista Samuele Telari. Il duo condivide una grande capacità di gestire con gusto l’equilibrio tra jazz e musica sudamericana.
Importante fonte di soddisfazione per gli organizzatori è il sostegno senza equivoci del Comune di Portoferraio e della Regione Toscana, dell’Associazione Albergatori e, il coinvolgimento del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e del Comune di Campo nell'Elba.