Massimo Popolizio

Massimo Popolizio, attore e doppiatore, muove i primi passi nel teatro con Luca Ronconi, con il quale collabora per vent’anni. Diplomato all’accademia Silvio d’Amico, si afferma sul grande schermo con “Mio fratello è figlio unico”, “Romanzo Criminale”, “Il Divo” ed "Era d'estate" di Fiorella Infascelli per il quale vince il Nastro d'Argento Speciale dei 70 anni. Nel 2018 è protagonista del film di Luca Miniero dal titolo “Sono tornato”, dove interpreta il personaggio di Benito Mussolini. Nel 2019 è l’esigente Presidente della Roma ne “Il Campione” opera prima di Leonardo D’Agostini e l’ex politico in “Bentornato Presidente” diretto da Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi. Nello stesso anno è nel film “Il primo Natale” per la regia di Salvatore Ficarra e Valentino Picone.
Vincitore del Nastro d’Argento per il doppiaggio di “Hamlet”, ha prestato la voce a Lord Voldemort in “Harry Potter”, a Tom Cruise in “Eyes Wide Shut” e a Lionel Abelanski (Shlomo) in “Train de vie”. Nel 1995 vince un Premio Ubu come miglior attore per gli spettacoli “Re Lear” di William Shakespeare e “Verso Peer Gynt” ispirato al Peer Gynt di Henrik Ibsen; viene nuovamente premiato nel 2001 per “I due gemelli veneziani” di Carlo Goldoni.
Nel 2006 si aggiudica l’Eschilo d’Oro, conferitogli da parte dell’INDA. Nel 2008 vince il Premio E.T.I. Gli Olimpici del Teatro (Vicenza) come miglior attore protagonista per “Ritter, Dene, Voss” di Thomas Bernhard.
Nel 2015 con “Lehman Trilogy” di Luca Ronconi vince il Premio Ubu come miglior attore dell’anno. Nel 2016 debutta alla regia con “Il Prezzo” di Arthur Miller e a seguire con “Ragazzi di vita” di Pier Paolo Pasolini con il quale si aggiudica diversi riconoscimenti: Miglior Spettacolo dell’anno e Miglior Regia - Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2017 e il Premio UBU 2017 per la Miglior Regia.
Nella stagione 2017/2018 ha portato in scena lo spettacolo “Copenaghen” con la regia di Mauro Avogadro e nel 2018 ha debuttato nella regia lirica con “I Masnadieri” di Giuseppe Verdi al Teatro dell’Opera di Roma. Nella stagione teatrale 2018/2019 riprende lo spettacolo “Copenaghen” e a seguire sarà regista nonché interprete dello spettacolo “Un nemico del popolo” di Henrik Ibsen.

Foto © Opus 110 -Stefano Cioffi