Karina Oganjan

SOPRANO

Nata a Riga (Lettonia), ma di origini armene e tatare, il soprano Karina Oganjan ha intrapreso lo studio del canto in Italia. Nel 2012 si è aggiudicata il Premio Nazionale delle Arti, sezione musica da camera, in trio con M. Rinaldi (mezzosoprano) e L. Zarcone (pianoforte). Con questa formazione si è esibita in prestigiose sedi, quali il Lingotto di Torino, l’Auditorium Pollini di Padova e il Palazzo del Governo di Trieste. In veste di solista ha collaborato con l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Lubiana, la Venice Baroque Orchestra, l’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, la Mitteleuropa Orchestra, l’Ensemble Sentieri Selvaggi, sotto la direzione di T. Severini, L. Pfaff, C. Boccadoro, J. Kyzlink, P. Paroni. Quale interprete della musica della tradizione armena e tatara, ha collaborato con il virtuoso del duduk Djivan Gasparyan (Mittelfest 2011), in trio con C. Rojac, fisarmonica, e F. Zigante, chitarra (Teatro Comunale di Monfalcone, Stagione dell’Università Normale di Pisa), e con i Solisti dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia (Auditorium Parco della Musica di Roma) Si è esibita in duo con il violoncellista Mario Brunello al Teatro Olimpico di vicenza, Teatro Argentina di Roma, Festival Mi.To ecc.

Foto © Opus 110 -