Martha Argerich

PIANOFORTE

Nata a Buenos Aires, Martha Argerich ha studiato pianoforte dall'età di cinque anni con Vincenzo Scaramuzza. Considerata una bambina prodigio, si è esibita molto presto sul palco. Nel 1955 viaggiò in Europa e studiò a Londra, Vienna e in Svizzera con Seidlhofer, Gulda, Magaloff, Madame Lipatti e Stefan Askenase.
Nel 1957 Martha Argerich vinse i primi premi ai concorsi di Bolzano e Ginevra, poi nel 1965 al concorso Chopin di Varsavia. Da quel momento in poi, la sua carriera fu una di una serie di trionfi. Se il suo temperamento la porta a opere di virtuosismo del XIX e XX secolo, rifiuta di considerarsi una specialista. Il suo repertorio è molto vasto e comprende Bach così come Bartok, Beethoven, Schumann, Chopin, Liszt, Debussy, Ravel, Franck, Prokofiev, Stravinsky, Shostakovitch, Tchaikovski, Messiaen.
Ospite permanente delle più prestigiose orchestre e festival in Europa, Giappone, America e Israele (con Zubin Mehta e Lahav Shani), predilige anche la musica da camera. Suona e registra regolarmente con i pianisti Nelson Freire, il violoncellista Mischa Maisky, il violinista Gidon Kremer e con Daniel Barenboim: "Questo accordo all'interno di un ensemble è molto rilassante per me". La sua discografia è immensa: Martha Argerich registra con EMI/Erato, Sony, Philips, Teldec e DGG. Le sue ultime registrazioni includono i concerti n°1/n°3 di Beethoven (Grammy Award) così come i concerti n°20 e 25 di Mozart con Claudio Abbado, il recital di Berlino con Daniel Barenboim (Mozart, Schubert, Stravinsky), un disco di vite a Buenos Aires Aires con Daniel Barenboim, dedicato a Schumann, Debussy, Bartok, e un disco in duetto con Itzhak Perlman dedicato a Schumann, Bach, Brahms. Molti dei suoi concerti sono stati trasmessi dalle televisioni di tutto il mondo.
Martha Argerich raccoglie premi per le sue registrazioni: "Grammy Award" per i Concerti di Bartok e Prokofiev, "Gramophon - Artist of the Year", "Best Piano Concerto Recording of the Year" per gli Chopin, "Choc" dal mondo della musica per il suo recital ad Amsterdam, “Künstler des Jahres Deutscher Schallplatten Kritik”, “Grammy Award” per Cenerentola di Prokofiev con Mikael Pletnev. Con l'obiettivo di aiutare i giovani, nel 1998 diventa Direttore Artistico del "Beppu Argerich Festival" in Giappone.
Martha Argerich ha ricevuto numerosi riconoscimenti:
- "Ufficiale dell'Ordine delle Arti e delle Lettere" nel 1996 e "Comandante dell'Ordine delle Arti e delle Lettere" nel 2004 dal governo francese
- "Accademica di Santa Cecilia" a Roma nel 1997
- "Musicista dell'anno" di "Musical America" ​​​​nel 2001
- "L'Ordine del Sol Levante, Raggi d'Oro con Rosetta" (per il contributo allo sviluppo della cultura musicale e il sostegno ai giovani artisti) del Governo Giapponese e il prestigioso Premio "Praemium Imperiale" dall'Imperatore giapponese nel 2005.
- Kennedy Center Honors nel dicembre 2016 da Barack Obama
- "Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana" nel 2018 da Sergio Mattarella.

Foto © Adriano Heitman