Sasha Rozhdestvensky

VIOLINO

sasha-r-2019

È considerato uno dei migliori violinisti russi di oggi. Yehudi Menuhin lo ha definito “uno dei violinisti più talentuosi e raffinati della sua generazione”.
Ha studiato alla Central Music School di Mosca, al Conservatorio di Mosca, al Conservatorio di Parigi e al Royal College of Music di Londra con Felix Andrievsky, Zinaida Gilels, Maya Glezarova e Gerard Poulet.
Si è esibito a livello internazionale con importanti ensemble come la Boston Symphony Orchestra, la Chamber Orchestra of Europe, la Israel Philharmonic Orchestra, la London Symphony Orchestra, l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestra del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo.
Ha collaborato con direttori quali Vladimir Ashkenazy, Jean Claude Casadesus, Valery Gergiev, Theodor Guschlbauer, Vernon Handley, Gennady Rozhdestvensky, Giuseppe Sinopoli, Gerard Schwartz, Vladimir Jurovski, Guoyong Zhang.
Con la Royal Stockholm Philharmonic ha eseguito e registrato per l’etichetta Chandos il Concerto Grosso n. 6 di Alfred Schnittke, scritto appositamente per lui e per Viktoria Postnikova nel 1994. In seguito ha registrato per l’etichetta Nimbus il Concerto per violino n. 1 di Šostakovič e il Concerto di Glazunov con Gennady Rozhdestvensky e la State Symphony Capella of Russia. Per l’etichetta Delos ha registrato inoltre l’integrale delle opere di Čajkovskij per violino e pianoforte con Josiane Marfurt (tra cui la prima mondiale di “Oh, chante encore”), l’integrale delle opere di musica da camera con violino di Ravel con Josiane Marfurt (etichetta Praga Digitals). Questo CD ha ricevuto il riconoscimento “Choc of Classica”. Ha registrato l’opera completa per violino e pianoforte di Šostakovič con Jeremy Menuhin per l’etichetta FHR nel Regno Unito, e più recentemente, sempre per FHR, è stato protagonista con Viktoria Postnikova di prime registrazioni mondiali di opere di Myaskovsky, Shebalin e Nechaev.
La sua dedizione alla musica contemporanea è evidenziata dai suoi stretti contatti con numerosi importanti compositori, come Alfred Schnittke, Sofia Gubaidulina, Giya Kancheli e Arvo Pärt.
È professore al Royal College of Music di Londra e alla Haute école de musique de Genève. Dal 2010 è ambasciatore della società Stradivari.