Béatrice Muthelet

VIOLA

muthelet-2019
Si trasferisce in Israele all’età di 15 anni per studiare alla prestigiosa Telma Yelin High School of Arts. Riceve una borsa di studio dalla American Israel Foundation e segue le lezioni di viola e violino di Chaim Taub e le masterclass di Isaac Stern e Shlomo Mintz. A 19 anni decide di approfondire i suoi studi negli Stati Uniti dove diventa la prima violista nella classe di Pinchas Zuckerman alla Manhattan School of Music.
In seguito, Béatrice torna in Europa per prendere parte alla Karajan Akademie dei Berliner Philharmoniker, con i quali collabora poi per due anni. Nel 2001 entra nella Mahler Chamber Orchestra come prima viola e, su invito personale di Claudio Abbado, diventa membro fondatore della Lucerne Festival Orchestra.
Da allora, Béatrice viene invitata a suonare come prima viola da numerose orchestre tra cui Gewandhausorchester Leipzig, Münchner Philharmoniker, Bamberg Symphony, Frankfurt Radio Symphony, Swedish Radio Symphony Orchestra, Orchestra del Teatro alla Scala.
La sua passione resta la musica da camera: nel 2000 Béatrice fonda il Capuçon Quartet, con cui si è esibita fino al 2014 e ha registrato due CD prodotti da EMI.
Si esibisce anche con artisti del calibro di Martha Argerich, Steven Isserlis, Christian Tetzlaff, Isabelle Faust, Victoria Mullova, Maxim Vengerov, Patricia Kopatchinskaja, Hélène Grimaud e Lars Vogt.
Nel 2017 ha registrato il suo primo album da solista con il pianista tedesco Oliver Triendl.
Béatrice è anche impegnata come didatta: collabora infatti con le accademie di Bolzano e Dortmund e, dal 2016, con la Verbier Youth Orchestra.
Dal 2014 è una dei musicisti volontari del progetto “Fous de musique”, che permette al pubblico che si trova in gravi condizioni di precarietà di avere accesso alla musica classica.
Nel 2018, è stata uno dei primi membri della Mahler Chamber Orchestra a esibirsi come solista con la stessa orchestra, eseguendo la Sinfonia Concertante di Mozart con Renaud Capuçon al festival Settimane Musicali di Ascona.