Alasdair Beatson

PIANOFORTE

alisdair-beatson

Il pianista Alasdair Beatson è ritenuto un musicista distintivo e vibrante. Fra i suoi progetti più recenti e futuri ci sono un recital a  Wigmore Hall che lo invita per la sesta volta, nonché le esecuzioni delle sonate complete per violoncello di Beethoven con Pieter Wispelwey, e delle collaborazioni con artisti e formazioni come Adrian Brendel, Philippe Graffin, Erich Höbarth, il Nash Ensemble e il Doric String Quartet. Un nuovo CD pubblicato da Claves comprende i lavori di Mozart e Stravinsky per violino e pianoforte insieme alla violinista svizzera Esther Hoppe, e unisce una discografia per pianoforte di Mendelssohn, Thuille, e quattro di Opus 1 (Brahms, Berg, Grieg e Schumann).

Tra i concerti più recenti annovera apparizioni come solista con la Scottish Chamber Orchestra, la Royal Scottish National Orchestra, la Britten Sinfonia, lo Scottish Ensemble, e ha suonato come solista nel Oiseaux Exotiques di Messiaen diretto da George Benjamin.

Tra i più affermati pianisti da camera della sua generazione, Alasdair lavora su un repertorio vasto e diversificato con alcuni dei migliori musicisti di oggi. Partecipante assiduo dell’IMS Prussia Cove, Alasdair è stato invitato ad unirsi ai loro tours nel 2007 e nel 2011. É direttore artistico del festival di musica da camera Musique à Marsac.

Alasdair suona regolarmente con lo Scottish Ensemble. Oltre ai diversi progetti di musica da camera, nell’autunno del 2014 ha ripreso un terzo progetto solista, un tour di concerti di Mozart e Haydn in Scozia e alla Wigmore Hall.

Spesso affezionato ad un repertorio meno familiare, l’approccio di Alasdair alla programmazione è stato definito come astuto e assoluto (Classical Source). Alcuni insoliti lavori da lui esplorati comprendono l’arrangiamento di Debussy per piano solista del suo balletto Jeux, la Fantasia per piano e orchestra di Fauré raramente eseguita, il Tema con 4 Variazioni di Hindemith, il Trio con il corno di Ligeti, il Quintetto per pianoforte di Thomas Adès, e gli arrangiamenti per trio di pianoforti della Notte Trasfigurata di Schönberg e il quartetto di Janáček “Kreutzer Sonata”. Incline a collaborare direttamente con i compositori viventi, Alasdair ha lavorato in stretto contatto con George Benjamin, Harrison Birtwistle, Cheryl Frances-Hoad e Heinz Holliger.